Jump

“Esprimete ciò che sentite, non abbiate paura delle conseguenze, perché il tempo non fa sconti a nessuno. Amate, odiate, buttatevi a capofitto in ogni cosa vi dia emozioni forti. Le persone sono lo spettacolo più bello al mondo. E non si paga il biglietto.”

Charles Bukowski

Blood

Stamani sono stato in ospedale. A donare il plasma. È una consuetudine, una cosa da poco.
Riflettevo su ciò che il medico, prima del prelievo, mi ha detto durante la visita.

“Se ha avuto rapporti occasionali, anche se protetti, che non siano all’interno di un rapporto più o meno duraturo, non può donare per quattro mesi. Sono le nuove disposizioni ministeriali. Se li ha avuti all’interno di una storia, con una persona per bene ma ora la storia è finita va bene, può donare.”

Mi ritrovo a riflettere quale sia la durata minima di un rapporto affinché possa poi donare. Due mesi, un mese? O si tratta già di rapporto occasionale? C’è un numero di rapporti e/o incontri/appuntamenti che definiscono il tutto? E se avessi avuto una relazione di qualche mese ma solo un rapporto, in quel caso viene definito come occasionale? Qual è il criterio? Cosa definisce una persona per bene? La famiglia, i comportamenti, l’aspetto, quante volte ti prende per mano, quante volte fa l’amore con te, se due persone si amano? E se avessi avuto un rapporto con una persona che poi non vedo per qualche tempo e dopo qualche tempo tra noi nasce qualcosa, un sentimento, una passione, a quel punto potrò donare?

Fare l’amore si riduce a questo?