Un parto di 77 giorni…

So che magari queste non sono notizie che possano interessare gli altri, ma oggi ho finito il mio romanzo e non mi sento così felice e soddisfatto da quando feci goal su punizione nel 1990 contro il Forte dei Marmi.
Siccome Vonnegut diceva “quando siete felici fateci caso”, beh, mi pare l’occasione giusta.
Spero di riuscire a trovare un posto dove presentarlo, Covid permettendo, nel frattempo vale l’hashtag #perfavorecompratelo appena esce, che scriverlo mi è costato una fatica immane! 😜
Avevo promesso che appena finito mi sarei ubriacato, in realtà sono un po’ malinconico perché adesso devo ritornare alla realtà e non troverò le stesse cose…
Comunque… nel dubbio ci bevo su! 😂🍻

“Chiamami papà” sta arrivando…

Il prossimo 11 novembre diventerò papà di questo libro! 👧

Devo ancora terminarlo – ha avuto una gestazione più lunga di un parto normale – ma sarà probabilmente la cosa più intima e personale che abbia mai scritto.
Non a caso uscirà proprio in quella data, quando tre decenni fa ho imparato l’Amore direttamente da una sorgente che non era divina, ma aveva l’aspetto celestiale di mia sorella.