“Idiot Verse”

Convenzionali

41+E3eTwfkL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

…stasera a niente voglio pensare…

Idiot Verse, Keaton Henson, Giovane Holden, traduzione di Silvia Peracchia. Con testo a fronte e sublimi e visionarie illustrazioni realizzate dall’autore stesso, giovanissimo figlio di Marguerite Porter e dell’attore Nicky (Vampira, Vera Drake, Syriana), la silloge, che per la prima volta porta in Italia la stentorea e al tempo stesso delicatissima e policroma voce di Keaton Henson, che si muove con funambolica perizia tra contrapposti estremi, conduce con mano sicura il lettore in un viaggio grazie al quale riesce a conquistare due preziosi obiettivi: entrare in diretta connessione con un’altrui sensibilità in grado di scoperchiare anche le più inveterate convinzioni e convenzioni alla luce di un nuovo sguardo e al tempo stesso guardare dentro sé medesimo giungendo a conoscere aspetti della propria interiorità che con ogni evidenza nemmeno sospettava di possedere. Un percorso introspettivo e comunicativo da non…

View original post 9 altre parole

Caress

“Cerca di accettarti così come sei. Non cambiare per piacere agli altri. Chi ti ama, accarezzerà le tue insicurezze. Chi vorrà starti accanto si accoccolerà alle pieghe della tua anima. Sii te stesso sempre. Fatti un dono vero, resta come sei…”

Alda Merini

Knowing

“Dimmi: quando un uomo si innamora per la prima volta, da ragazzo, come fa a sapere che sarà l’unico vero amore della sua vita? Come può saperlo? Come può saperlo?”

Hemingway a A.E. Hotchner