Sheets

“Ore 14:21.
Stamani sono solo in ufficio. Da quando sono arrivato e ho disattivato l’allarme, acceso il computer, preso posto alla mia scrivania, dal momento in cui la mia giornata lavorativa è cominciata, ho avvertito nell’aria l’odore delle lenzuola inzuppate della nostra pelle, il ricordo vivido di alcuni dei momenti più belli della mia vita, la nostalgia lancinante di qualcosa che non avrò mai più.
Vorrei poter mettere tutto dentro un barattolo, aprirlo di tanto in tanto e farlo durare in eterno, più prezioso della cosa più preziosa, più raro della più rara edizione del mio libro preferito, più unico dell’unicità del mio dna.
Esco a fare due passi, 568 per arrivare alla ferrovia, 566 alla linea gialla dei binari.”